Trofeo Liberazione

Alla Farnesina c’è aria di festa. Tra mattina e pomeriggio 1.400 atleti di tutte le età partecipano al Trofeo Liberazione. Il livello è buono, c’è tanta gioventù, mentre i Master non sono tantissimi. Ci siamo anche noi, ci manca il nostro coach, ma siamo comunque un bel gruppo, spensierati, gioiosi e compatti come una squadra unita ed affiatata.

Iniziano le gare con le ladies impegnate nei 500m. Daniela gestisce bene le forze e chiude con un ottimo tempo sotto l’ 1’30” migliorandosi di oltre 8″. Contenta della prestazione decide di bissare con i 150m, in cui si difende comunque bene. Stessa doppietta di gare anche per Tiziana; proviamo al volo anche i blocchi di partenza… ed è un bene perché i giudici la obbligano ad usarli. Nel mentre perdiamo qualche pezzo: Andrea si blocca durante il riscaldamento ed anche Fabio rinuncia all’ultimo per i soliti problemi alla schiena. Rimane solo Stefano a cimentarsi nei 500; lo riesco a seguire poco tra un salto e l’altro e mi sembra faccia comunque una buona gara su una distanza non sua cedendo un po’ nel finale. Nel mentre facciamo tutti il tifo per Giulia che anche se ha una maglia diversa, la sentiamo Arancina a tutti gli effetti. Siamo piazzati ad ogni angolo e la sosteniamo a gran voce soprattutto sul rettilineo finale dove paga la partenza troppo forte. Ci siamo passati in tanti ed è tutta esperienza!

Io chiudo il triplo con un buon 9,61 a pochi cm dal personale, ma avrei preferito vedere qualche progresso nel gesto tecnico. Comunque un buon punteggio.

Si avvicina la “sfida” del giavellotto. Con la rinuncia di Fabio siamo rimasti io, Max e Paolo. Proviamo insieme quello che si può… i giavellotti non ci sono… per cui rincorsa, passi incrociati, lanci a vuoto. La gara è di livello medio alto e noi siamo un po’ fuori dal coro, con gesti tecnici abbastanza censurabili. Ma ci divertiamo e anche i 20 metri e dintorni raggiunti sono per noi un risultato per cui gioire. Max e Paolo interrompono la serie per andare a correre il loro 1.000; al ritorno recuperano i lanci persi ed in particolare Paolo Top gongola con l’ultimo lancio con cui sorpassa la concorrenza. E chi lo tiene più!

Nel mentre ha corso il 1000 anche Elena. Un ritardo nella partenza mi consente di lanciare e seguirla interamente. Sgomitate in partenza, ma poi prende un buon ritmo, cedendo un po’ nell’ultimo giro e chiudendo con un buon 3’46” pochi secondi sopra il personale. Anche per lei un buon punteggio.

Chiude le gare Orange Carola nel 3000, anche lei con una buona prestazione 12’27” pochi secondi sopra il personale e con il miglior punteggio di giornata in campo femminile.

Chi è arrivato prima, chi ha aspettato dopo la fine della propria gara… nessuno ha gareggiato da solo, senza il sostegno degli amici Orange!

Risultati completi di oggi:

Risultati gara 4

Tutti i risultati e la classifica aggiornata del Criterium Atletica leggera li trovate QUI