Lunghissimo di Rieti 34 Km …

E cosi oggi abbiamo corso l’ultimo lungo prima della Maratona …

Per qualche runner “maniacale” , attento alla preparazione in modo meticoloso, puo’ sembrare molto strano che l’ultimo lungo coincida con il primo, ma … questa è la mia filosofia di “Top” mentale con il fisico tapascione … e chi mi “ama” mi segua!!!

Trovo inutile investire energie nella preparazione, meglio usarle tutte per l’evento …!

Ma questa è una mia considerazione … e solo una premessa …

Oggi si è confermata la Podistica in Tour, una trentina di pigroni che non avevano assoluta voglia di mettersi in viaggio alla volta di Rieti, e quindi hanno optato per il BUS, belli larghi, comodi e soprattutto rilassati.

Una fermata all’eur e una sulla salaria … che voi deppiu??!?

Tutto ha funzionato a puntino, grazie alla puntualità dei passeggeri e cosi siamo arrivati al ritrovo in tempo per il ritiro pettorali e per bere un buonissimo caffe’ offerto dall’organizzazione!

Alle 9:30 in punto … o quasi, da un gonfiabile che qualcuno ancora sta …cercando …siamo partiti!

Il “mantra” era … andiamo piano, dobbiamo mettere solo chilometri sulle gambe … gestiamo al meglio le energie, non è questa la gara … importante!

Qualcuno mi ha ascoltato …qualcun altro no! Vero Domenico (Batman) ?!??!

Io, ovviamente, non mi sono ascoltato! Volevo partire molto sotto ritmo, ma vedevo che andare ad un’andatura che immagino sia da Maratona non mi pesava affatto, mi sentivo a mio agio e quindi … ho gestito questo passo. Dovevo trovare qualcosa a cui pensare, per far scorrere i chilometri e devo dire che il panorama, suggestivo,fatto di campagne sconfinate e ornato dalla cima imbiancata del Terminillo , ha contribuito ad impegnare la mente in riflessioni bucoliche di un mondo che non mi appartiene .. ma che ammiro e rispetto!

Presto, troppo presto … il Batman volante mi sfreccia con la “solita” battuta .. e io lo lascio andare, niente e nessuno puo’ distrarre la mia andatura … o meglio …niente e nessuno tranne “Lei”!!!

E “Lei” arriva … con il suo passetto costante mi raggiunge e anche “Lei” fa la sua battuta … ma “Lei” non scivola addosso con le sue parole, sono pugnali che entrano diretti e infieriscono lacerando … e allora decido di aumentare un po’ … la sento piu’ “ansimante” del solito, e mi dico … se mi segue … se lo merita!

Ha, come sempre, un accompagnatore, non è quasi mai lo stesso, evidente li brucia strada facendo … oppure li selezione in base al passo che vuole gestire …

Davanti le faccio notare una “competiitor” … è una tosta, ma ora appare in difficoltà. Le suggerisco di prenderla, staccarla e poi rimettersi al passo …

La porto … scendendo di 5″/km circa … mi segue …

E intanto si compie il primo giro di 6 km. Lo speaker mi riconosce  e mi saluta … attimi di celebrità. I ristori sono spettacolari, numerosi, sempre carichi di acqua fresca e con il passare dei km aumentano i rifornimenti disponibili … appaiono sali, uvetta, dolci … un’organizzazione impeccabile sotto questo punto di vista.

Selfie alla Partenza
Selfie alla Partenza

Mi passa vicino un runner in maglia rossa, mi dico tra me e me, potrebbe essere un buon “treno” per forzare un po’ e staccare “Lei” … poi leggo il suo nome sulla maglia :”Italo” … e mi rido addosso! Ma piu’ che Italo è una Freccia Rossa e lo lascio andare …

Mi affianca un grandissimo del fondo , Franco Piccioni, un pacer coi fiocchi di Maratone, uno che la puo’ chiudere senza fatica in 3h15′ … cosi come si spara il Passatore sempre in 10 ore! Corre un po’ tracollante, ma efficace. Corriamo insieme, chiacchieriamo, dice che viene da infortunio, ma per ora va come un treno …

Facciamo qualche chilometro insieme, in piacevole compagnia , Batman e’ sempre la’ davanti … equidistante … e “Lei” dietro … a distanza … ma ogni tanto la sento avvicinarsi come una pantera …

Il tratto sterrato è impegnativo! Lo passo con la tecnica :”la sabbia brucia” … e non perdo troppo ritmo … mantenendo con la discesa il passo medio! Mi sono “imposto” di fare tutti i km , come media, sotto i 5’/km  e per ora sono costante intorno ai 4’45” .. un buon passo per la Maratona .. .almeno per me, almeno per ora …

Passa questo primo giro di 14 km, che sommato ai 6 km iniziali fanno 20 km!

Qualcuno arriva, uno dei pensieri mattutini era anche quello di fermarmi ai 20 km, ma ho buone, buonissime sensazioni e allora non lascio, raddoppio!

Si iniziano ad incontrare i primi infortunati  … che tornano indietro mestamente …io faccio un check ed e’ tutto a posto!

Franco l’ho perso ad un ristoro, me li sono fatti tutti, bevendo un paio di bicchieri …o almeno quel che riuscivo ad ingurgitare … e sta prendendo Batman … “Lei” non è piu’ a ridosso, è ora di svelare chi sia … Marcellina Cardarelli !!!

Davanti con Franco e Batman c’e’ anche un inguardabile runner ..corre totalmente scomposto, ma evidentemente efficace, ha al fianco un ciclista che gli fornisce acqua e ..altro …  Sono tutti e tre  la’ … e io .. ancora qua!

Non ho avuto alcun bisogno di ricorrere a elucubrazioni mentali particolari, mi piace correre in questi posti, e ora il giro è piu’ o meno conosciuto! Sto bene e ho un ritmo costante, bevo sempre, non mi preoccupo di perdere qualche secondo, lo recupero strada facendo .. sto gestendo al meglio questa gara, per quel che posso in questo periodo, ho nella mente motivazioni speciali, che mi spingono passo dopo passo e qualche “furibonda sensazione” che mi da la cattiveria giusta …tengo!

Siamo allo sterrato e … anche stavolta lo gestisco per stare under 5′ … mi impegno ad allungare per leggere, al lap del km un numero quattro tra le cifre dei minuti! Aspetto il 24° km per dire  la frase :”beh dai …manca solo una 10 km …lenta lenta … a 4’50”!! E che ce vo’?

Arriva il mio semi-traguardo, bevo ad ogni ristoro, mi idrato perchè c’e’ un bel venticello ma tanto Sole … benvenuta Primavera!!

Vedo Batman che perde terreno, sta pagando … lo affianco e gli suggerisco di rallentare, ma non mollare … Anche Franco e’ in difficoltà … piano piano riprendo entrambe, ma Franco non molla mai!!

Quello che corre “strano” è in leggera crisi, tanti runner si stanno piantando … e anche io non sto benissimo. Al ristoro esagero nel bere, aumento …aumento … ma non tengo! 5’03”!!!! Nooooooooooooo , impreco … !

E’ finita la mia galoppata e si cambia obiettivo …ora mi impegno a tenere il rallentamento, che di solito sfonda le gambe e la mente! Siamo intorno al 30° … ok i prossimi sono un allenamento per la difficolta’ …simulata!

Ma lo “strano” pare ce l’abbia con me ..il sui ciclista a seguito si gira e mi pare lo informi sulla distanza tra noi … ma stai scherzando??? Tu non sai cosa stai per ..provocare … stai sfidando Forrest … che “simula” la crisi ..mentre tu la stai vivendo davvero?!?!?

Pazzo!

Altro ristoro, lui ha appena bevuto dalla bottiglia del ciclista …io lo passo e mi fermo al ristoro, non riesce a prendere il bicchiere ed esclama un vaffa …!!!

Vivo la scena  di un ” noto” film … dentro di me esclamo …ehi ce l’hai con me?? Ce l’hai con me???! Non indago e decido di …sopprimerlo!

Siamo alla curva finale, lo passo e accelero … non volevo ma … mi hai provocato e mo me te magno!!!

Quelli che tornano enunciano una fantastica notizia …Forrest so’ solo 800 metri …si arriva la’ … e vedo e riconosco il casotto rosso …

Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Aumento e me ne vado … Franco non ha mollato ma resta dietro … lo “strano”  manco lo vedo piu’ …

Arrivo il tempo di “sfondare” una staccionata con la pasta in mano …che non cade … e poi con il Bus si torna …

Una bellissima gara, un bel lungo e tante “belle sensazioni” …