Obiettivo: Preparazione

preparazione atletica

Premessa

Ci sono eventi, specialmente riguardanti la sanità pubblica e quindi anche personale, che sono superiori alle nostre piccole battaglie per ottenere tempi e prestazioni migliori. Questo è un momento dove siamo tutti chiamati al migliore senso civico e speriamo che sia un momento che passi presto e senza troppi danni…

Sta di fatto quindi che ci spiace a tutti non poter dimostrare a noi stessi e a tutti coloro che sono felici dei nostri successi quanto valiamo e che abbiamo preparato al meglio la Roma Ostia prima e la Maratona di Roma poi… Spiace molto anche a me che come preparatore avevo grandi ambizioni fondate dalla capacità di ognuno di seguire fedelmente le tabelle e i consigli.

A tal proposito, per il futuro, ci tengo ad essere l’unico responsabile, nel bene e nel male della prestazione degli atleti che alleno e che preparo, invito quindi chi non si sente sicuro e non ha piena e completa fiducia dei miei sistemi di allenamento di sollevare da subito il problema piuttosto che seguire questo o quel consiglio di chicchessia o dell’articoletto scopiazzato su internet, o peggio del “prodotto” miracoloso che sia alimentare, antidolorifico o anatomico o … bombato!

Obiettivi

Fatta la doverosa premessa resta di fatto l’inesistenza di obiettivi prossimi da poter ritenere ritenere plausibili. Per come si sta evolvendo il contagio non vedo gare fattibili prima di Maggio il che implica il terminare preparazioni “spinte” per evitare di modificare sostanzialmente le caratteristiche di ognuno. Il rischio è diventare lenti per i corti e lenti per i lunghi il che non necessita ore e ore di allenamento!

Il suggerimento per i Tabellati come li chiamo , ovvero gli atleti che stavano seguendo tabelle di preparazione per la Roma Ostia o per altro mezze, per la Maratona di Roma o per altre Maratone, è quello di interrompere le tabelle (alcune sono per altro terminate) e optare per le seguenti opzioni

Preparazione Atletica in gruppo

Fino a quando l’accesso agli impianti della Farnesina e del Mennea sarà consentito, con le dovute precauzioni (stiamo a debita distanza) si potranno seguire gli allenamenti di gruppo volti a preparare atleticamente per distanze di corta/media misura, in modo da effettuare un richiamo di potenziamento e acquisire una maggiore velocità utile sia per distanze fino a 10km che maggiori, lavorare molto sullo stile di corsa e quindi sul risparmio energetico, per tendere ad ottenere la massima velocità con il minimo sforzo!

Preparazione Atletica in remoto

Posso preparare una Tabella “generica” in grado di potenziare muscolarmente e velocizzare il Ritmo Gara per ottenere un “prossimo” Personal Best o comunque una prestazione di rilievo in distanze fino a 10km.

In Conclusione

Si sconsiglia vivamente di continuare a preparare distanze superiori ai 10km, ma ovviamente non si impedisce anzi si consiglia nel week end, di percorrere distanze di allenamento superiori (15km … fino a 20km massimo) .Cosa motiva questo il consiglio? Una prestazione di rilievo in una Maratona, e quando dico di rilievo intendo secondo le proprie “reali” possibilità che sono quelle poi che ad ogni mio atleta ho pronosticato nella tabella… è figlia di 3 componenti fondamentali e indispensabili in egual misura :

  • La preparazione Mentale
  • La preparazione Fisiologica
  • La preparazione Atletica

La mente serve a superare le crisi e i muri che si innalzano durante i 42km, ma anche gli eccessi di euforia… ci si deve preparare ad essere forti e vincere i propri limiti.

La preparazione fisiologica serve a tenere con tutte le componenti fisiche per una distanza e un tempo oltre i limiti naturali.

La preparazione atletica serve a mantenere un costante Ritmo Gara per tutta la competizione

Saltati gli obiettivi è cosa buona e giusta prendersi un periodo di stop relativo a queste componenti e lavorare su altri distretti muscolari, fisici e mentali per potenziare una base atletica pronta poi a nuove ambiziose sfide!