Doppietta d’allenamento

faccia

Per molti la doppietta di allenamento ha cadenza giornaliera, per noi già fare due allenamenti consecutivi è un record!!!

Ma ogni tanto ce la concediamo per aumentare l’intensità non solo di testa ma anche muscolare

A breve inizieremo la preparazione alla gare obiettivo del primo semestre dell’anno, non per tutti ma per molti del gruppo si punta alla Roma Ostia per poi centrare il bersaglio grosso Maratona di Roma!!!

Le tabelle sono quasi pronte,  saranno 7 settimane molto molto intense, e soprattutto richiederanno molto tempo,  ma non tantissimo.

L’obiettivo e’ arrivare all’obiettivo carichi, vogliosi di fare il meglio e soprattutto coscienti delle proprie possibilità soprattutto mentali!!!

E allora due allenamenti che vogliono stimolare e soprattutto aumentare le risorse della mente, che sono l’energia che può portare al meglio ad ogni traguardo!

Primo allenamento a Villa Glori, alternando allunghi in salita al giro della Villa che propone una intensa varietà di altimetrie, molto allenanti.

Non a caso incontriamo proprio qui, nel buio dei sentieri due superTOP “amici” del gruppo quali Alberto e Antonio!

Ci vediamo spesso, ma incontrarsi sul terreno di allenamento è sempre una bella emozione, basta un saluto, una parola per condividere la passione e la dedizione per questo sport meraviglioso.

Noi abbiamo il seguente programma

  • 2 x 200mt “veloci” in salita con recupero tornando in discesa
  • 1 Giro della Villa di circa 2000mt “facile”
  • 2 x 200mt “veloci” in salita con recupero tornando in discesa
  • 1 Giro della Villa di circa 2000mt “facile”

Spesso propongo alternanza di ripetute per dare appunto precise informazioni al cervello, per allocare nella memoria la capacità di osare, gestire e tenere e soprattutto controllare le energie.

Quindi si tirano i 200mt per poi affrontare il giro in “affaticamento” e simulare al massimo la gestione delle difficoltà respiratorie.

Non ci si deve risparmiare, perchè dopo si richiede di correre facile, ovvero in controllo totale del corpo e della mente. E per controllare bisogna “allenare” la capacità di far rientrare gli allarmi che il nostro corpo “piagnone” ci accende.

E’ importante essere prudenti ma essere fifoni non è allenante!

Ogni allenamento è studiato nel dettaglio per accentuare le sensazioni e simulare difficoltà che normalmente emergono con lavori più lunghi … ma noi non abbiamo tanto tempo a disposizione e quindi ci dobbiamo arrangiare con questi espedienti. Ovvio che per simulare al meglio, bisogna seguire fedelmente le direttive, senza sconti!

Come sempre è importante fare dei gruppi, accorpare anche tempistiche diverse per effettuare parti del percorso insieme, e poi magari gestire il proprio passo, ma la vicinanza è comunque un incentivo a fare meglio.

Tra tutti oggi il più in forma è Gajardoc ,che tira le fila del primo gruppo specialmente in salita, e questo è un fattore molto positivo per lui , per la sua autostima e per il gruppo che è stimolato ad inseguirlo e quindi ad andare ad un’andatura “meno facile” .

Ma il correre facile impone di gestirsi al meglio, di non andare in affaticamento, di correre alla migliore andatura senza andare in sofferenza e curando lo stile di corsa!

Qualcuno va contromano per tenere comunque il gruppo sotto controllo durante i “lunghi” giri della Villa, e avere più punti di incontro.

Bello oggi avere diversi punti di contatto, il Paolo Rosi e Villa Glori, unendo in diversi punti il cordone del gruppo che poi si è trovato come dimostra la foto!

gruppo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la foto ci si divide, alcuni hanno gia’ il mezzo, altri tornano in defaticamento verso il Paolo Rosi per poi fare stretching e recuperare moto o macchina.


Secondo giorno allo stadio della Farnesina, sempre allenamento intenso e mentale, specialmente se il coach decide di “tirarlo” un pò!

La magia del ForresTeam si compie ad ogni allenamento. Non si sa mai chi viene, e quando arrivi non c’è praticamente nessuno, se non una biondina che gira e gira ad un’andatura tutt’altro che facile …

C’è anche un’altra maglia Orange, ma anche se della stessa fattezza ha un altro sponsor …

Siamo apparentemente 3, poi 4 … poi come le foto dimostreranno sempre un bel numero!!!

Durante le andature spuntano anche gli alternativi Top e Fabio, ed è sempre un piacere passare anche pochi istanti insieme. E’ questa la magia del gruppo, cercarsi, trovarsi e condividere anche per poco tempo, belle sensazioni!

Non è importante essere al meglio per allenarsi, magari anche passeggiare nel campo, respirare l’aria “fresca” dell’atletica e dell’amicizia, può rigenerare e ricaricare per affrontare, con energie rinnovate, le battaglie quotidiane!

Dopo le andature si parte!!!

  • 2 x 800mt RGP con recupero 1’30”
  • 2 x 800mt RG con recupero 1’30”
  • 2 x 400mt RGP con recupero 1’00”

Un lavoro con diversi picchi di fatica.

Le prime ripetute, 2 volte 800mt a Ritmo Gara Plus, ovvero un ritmo abbastanza sostenuto,  servono a salire di battiti, ad andare in affanno, a portare il corpo e la mente vicini se non oltre la soglia della resistenza.

Si deve appunto simulare un “disagio” da gestire poi nella seconda serie di 800mt che si corre a Ritmo Gara.

L’obiettivo a pilotare la mente a correre ad un buon Ritmo con la sensazione di facilità di corsa. Questo Ritmo è 4/5 secondi più lento a giro del precedente e quindi imposta tutto il corpo con tutti i sensori a livelli di quiete.

Ma ovviamente e’ simulazione mentale, stiamo in qualche modo ingannando il sistema di controllo, perchè l’andatura è tutt’altro che tranquilla!!!

Seppur stiamo spingendo  risparmio nessuno, invitando a correre utilizzando tutte le catene muscolari, braccia comprese!!!

Un ottimo allenamento , intenso, che credo piaccia a tutti in quanto ti offre non solo la possibilità di scaricare eventuali malumori e tormenti interni, ma ti mette a dura prova e uscirne vincitore esalta l’autostima!

Ho visto tutti impegnarsi a fondo, ormai è giunto chiaro il messaggio che l’allenamento va onorato al meglio !!!

Sia i Runner che chi si avvicina alla disciplina con allenamenti più contenuti, oggi tornano a casa stanchi ma soddisfatti.

Facciamo allenamenti intensi ma il gruppo è aperto a tutti coloro hanno la voglia di mettersi in gioco cominciando anche dalla camminata, per migliorare lo stato di salute e poi chissà, magari scoprirsi pronto a nuove avventure nell’atletica leggera, nelle tante discipline offerte.

E dopo le ripetute, un buon defaticamento e fotoooooooooooooo

kast

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dajeeeeeeeeeeeeeee