CDS Master 2016

Avevo un Sogno …

Certo le cose importanti sono “altre”, ogni giorno si combatte ma, parlando di obiettivi sportivi, e quindi di passione e di passatempo, da quando sono tornato ad indossare scarpette da corsa … ho sempre immaginato di portare una squadra a competere nell’Atletica Leggera!

Chi è cresciuto come me, dentro gli impianti sportivi, ha imparato a rispettare e soprattutto amare tutte le discipline. L’Atletica Leggera da un’occasione a tutti, non solo a chi corre!

Si può saltare e si può lanciare, che poi sono attività che aiutano e allenano  anche la catena muscolare maggiormente interessata durante la corsa.

E’ iniziata così questa mia rincorsa al sogno … Con i primi CDS Master di qualche anno fa, dove reclutavo Orange  implorando di partecipare !!! Non dimenticherò mai la prestazione delle due fitwalkers che ho fatto gareggiare nei 200 ostacoli!

Siamo oltre mille in Podistica Solidarietà, e se solo un 10% venisse a gareggiare ai Campionati di Società Master, vinceremmo a mani basse!!!

Ci sono società che investono un intero anno di preparazione questo evento, vanno profondamente rispettate, ma il regolamento dice che si sommano i punti dei partecipanti, in funzione della categoria e della prestazione, quindi l’unione farebbe la forza!!!

Gruppo

Ma io sto accarezzando il sogno, quest’anno i numeri sono stati importanti!

Nonostante i Campionati si tenessero a Latina, durassero 2 giorni, e implicassero uno sforzo non indifferente organizzativo e logistico, siamo stati davvero lodevoli!

Ed io devo ringraziare tutti, uno ad uno i miei “amati” partecipanti!!!

Devo ringraziare su tutti Alessandro Libranti, senza il quale il sogno non sarebbe neanche iniziato … lui mi ha aiutato e supportato ed è un costante validissimo apporto per l’organizzazione e la gestione delle attività di Atletica Leggera.

Devo ringraziare chi si è improvvisato autista per accompagnare la squadra, sempre Alessandro Libranti e Domenico Bovi, chi è venuta appositamente dalla Puglia per gareggiare, malata come me di passione per questo sport, come Alessandra Trotta che ci ha mostrato doti importanti nella velocità. Ringrazio chi all’ultimo minuto ci ha raggiunto per coprire defezioni e con la presenza ha permesso di entrare in classifica le nostre bellissime Ladies, come Giulia Crescenzi, che si è improvvisata saltatrice in alto e ha portato punti preziosi alla squadra. e Paola Milazzo che è venuta pronta a tutto per aiutare la squadra . Ringrazio Top Runner come Vinz de Carlo e Giuseppe Zagordi che hanno portato tantissimi punti con prestazioni di livello assoluto.

E’ sulla passione che si basa tutto il movimento e per fortuna in questo siamo imbattibili!!!

I campionati si basano su 16 gare, che abbracciano tutte le specialità dell’Atletica Leggera, per entrare in classifica bisogna gareggiare in almeno 13 gare, e appunto le migliori 13 portano punti e piazzamento.

Quest’anno , con estremo orgoglio posso dire , che la Podistica Solidarietà si è  piazzata :

10 classificati  Uomini con 6229 punti 

 7 classificate Donne con 4442 punti

Ovviamente un grandissimo elogio va ripartito a tutti gli atleti che si sono battuti con ardore in discipline consone ma soprattutto coraggio in discipline assolutamente fuori possibilità.

Si gareggia per la squadra, e per la squadra tutto è possibile, anche lanciare un martello più alto di te o saltare in alto … senza averlo mai fatto prima, o peggio passare gli ostacoli sfidando la natura!

Impavidi, determinati, emozionati e soprattutto divertiti … sono stati i volti di tutti i partecipanti che hanno assaggiato l’estasiante pathos che sa darti lo starter di una gara con il colpo di pistola o l’incredibile sensazione che ti regala una “misura” che va oltre le tue rosee aspettative!!!

E’ appagante guardare la soddisfazione che vince la fatica o la paura … ed io ho avuto la fortuna di coglierla in tutti  i prodi che si sono cimentati!

Lo prometto sempre e lo mantengo, nessuno si pente mai di accettare l’invito di partecipare, in uno spirito decubertiano “puro” … all’inizio e poi in gara, pronti a vendere cara la pelle contro tutti !

E a fine giornata, dopo aver dato fondo a tutte, ma proprio tutte le energie, che bello mangiare insieme panini con salsiccia e bere birra, certo non un pasto da atleti … ma sicuramente un modo per cementare sul tartan uno spirito amichevole colorato Orange!

Sento parlare di “atleti evoluti”, assoluti che con le loro prestazioni ottengono minimi per partecipare a competizioni di livello e tecnici che si esaltano ad allenarli, certo immagino che siano enormi soddisfazioni, ma io penso di essere altrettanto soddisfatto nel vedere cambi di staffette 4×100 eseguiti alla perfezione! Vedere prestazioni non certo da record, ma sicuramente da elogiare lo stesso per impegno, abnegazione e voglia di migliorare!

Questo è lo spirito che ci anima e ci porta a sfide improbabili ma sicuramente stimolanti e capaci di insegnare molto, anche come scuola di vita.

Abbiamo iniziato tra indifferenza e qualche sorriso sardonico, abbiamo finito in classifica, non ultimi e sicuramente competitivi!!!

E questo è già un successo!!!

E ora dobbiamo migliorare, il movimento deve crescere, a breve, il 2 e il 3 Luglio c’è un altro banco di  prova, dove si possono vincere medaglie da Campioni Regionali!!!

Ho chiesto ai partecipanti di scrivere le loro emozioni vissute in questa “olimpica” 2 giorni e non esagero con la definizione, perchè lo scenario, i giudici, lo speaker che ti chiama per nome ai passaggi, l’incitamento dei compagni … ci hanno permesso di vivere in prima persona un evento sportivo meraviglioso!

Ma parliamo anche delle prestazioni che sono comunque consultabili a questo link per citare ed elogiare tutti i nostri campioni!!

Prima Giornata , Sabato 18 Giugno

Ha iniziato Cristina Maurici in un’impresa a dir poco eccezionale, Lancio del Martello!!! La nostra eccezionale atleta non solo non ha esitato a sacrificarsi per scagliare più lontano possibile un attrezzo anche pericoloso, ma su 4 lanci ha ottenuto 3 misure valide con la migliore pari a 14,66 metri.

Poi, più o meno contemporaneamente sono entrati in gara Alessandra Trotta nei 100 metri piani e Alessandro Libranti nel salto triplo. Ci tengo a sottolineare che la Podistica Solidarietà ormai “polisportiva” ha nelle sue fila due atleti con risultati davvero esaltanti in queste discipline. Alessandra ha realizzato un ottimo 15″90 sui 100 metri e Alessandro con 9,62 metri si è classificato quarto assoluto con un altissimo punteggio.

Poi c’è stato il lancio del disco, con Andrea Pace e Domenico Nuzzi.  Quest’ultimo “malcapitato” come accompagnatore, si è ritrovato a gareggiare in pedana del disco e non solo ...16,63 mt per Domenico e 16,45 per Andrea e tanti punti per la Podistica Solidarietà! 

Ma è nel salto in alto che Andrea Pace ha scoperto la sua più valorosa specialità, entrando in sordina ad appena 85 cm , ha eseguito una progressione trionfale arrivando a saltare fino a 1,30 mt che si traduce in oltre 600 punti!!! Evviva il nostro Tamberi!!!

Poi nei 400 mt la nostra Tiziana Malatesta ha dato una magnifica prova stoica, correndo con un problema al ginocchio che forse ha frenato lo slancio, ma non ha assolutamente limitato il suo coraggio! Grazie Tiziana!! La prestazione 1’41” sicuramente migliorabile, ma un encomio allo spirito di sacrificio per la squadra.

Dopo il Martello che non getti il peso? E allora Cristina Maurici ci ha stupito anche qua, dimostrando forza sconosciuta e gettandolo a 4,54 metri!!!

Si passa al mezzofondo e qua possiamo schierare la nostra atleta di livello, Elena Monsellato che superati i problemi fisici sta tornando a fare tempi più adeguati alle sue naturali doti . Con una condotta di gara un pò troppo arrembante e passaggi iniziali forse troppo azzardati è riuscita a tenere il passo e chiudere con un ottimo 5’50” netti!

E dopo le donne gli uomini e qua abbiamo schierato il poker di livello assoluto!!!

Bellissime gare, tutti che hanno dimostrato non solo le loro qualità ma sono andati anche oltre ed hanno dato un sostanziale incremento alla nostra classifica di squadra. Nella prima serie Gianluca Alba ha combattuto con abilità contro incredibili mostri chiudendo con un 4’53″29  premiato da oltre 400 punti!

E poi il fantastico Giuseppe Zagordi, un atleta che stimo al massimo, capace di correre questa difficile gara in 4’47″04 guadagnando oltre 800 punti!!! Stratosferico Giuseppe!!! Ma bravissimo anche Paolo Leonardi che nella stessa serie , seguendo la scia di Giuseppe ha realizzato un ottimo 5’00″39 . Andrea Ascoli Marchetti non è voluto essere da meno , in una distanza a lui non proprio congeniale ha comunque sfoderato grinta incredibile che l’ha portato a chiudere in un ottimo 5’46″18  .

E poi l’apoteosi, le staffette! La massima espressione di unione di squadra, dove un legame continuo collega i 4 partecipanti che si tengono sempre in un abbraccio ideale sancito dal testimone! La 4x4x100mia100 è da sempre croce e delizia delle squadre più blasonate, basta un niente per rovinare mesi di preparazione . Una squadra “Top” con Alessandro Libranti,  , Gianluca Alba , Paolo Leonardi e Vinz de Carlo che ha chiuso 52″33 giunta quinta e l’altra che non è stata da meno con sugli scudi Paolo Sai, Fabio de Gregorio e Andrea Ascoli Marchetti giunta undicesima con 1’00″32 

 

Seconda Giornata , Domenica 19 Giugno

Dopo ottime prestazioni nel Martello e nei 200 hs, con non pochi patemi d’animo vista la pericolosità degli attrezzi utlizzati e l’improvvisazione degli atleti schierati , si sono corsi i 200 metri piano con Paola Milazzo che forse non ha mai provato prima una distanza del genere ma si è difesa con un  40″36 che ha portato 234 punti. E poi gli uomini con Domenico Bovi che si è riscoperto fibre bianche prima sconosciute capaci di portarlo a correre questa distanza in 30″76 che freccia!!!

E poi la sorpresa di Fausta Porcelluzzi  che non ci voleva venire ma che poi ha lanciato il giavellotto laggiù oltre 12 metri, 12,32 mt per la precisione !!! Ma non finisce qui, si è dimostrata anche ottima discobola, lanciando il disco ad 11,59 mt. 

E poi gli 800 mt che hanno visto scendere in pista un atleta che può davvero diventare uno specialista, grande fisico , adatto per questa distanza, Antonio de Caro ha stravinto la sua serie e ha realizzato 2’24″43 davvero eccezionale e soprattutto migliorabile!!!

Nei 3000 femminili, con atlete molto conosciute nel panorama laziale su distanze anche più impegnative, come Paola Boggiatto e Barbara Mancini, noi schieriamo Elena Monsellato che doveva fare una gara di controllo e invece è partita velocissima in testa al plotone, con lo speaker che non ha esitato ad elogiarne le doti, un primato che non è durato per molto ma è servito sicuramente a vivere un’emozione speciale anche se effimera e a capire che con allenamenti specifici si può competere. E questo ovviamente è un messaggio che è rivolto a tutti indistintamente per specialità ! Il 3000 è gara difficile ed estenuante , il tempo finale è stato di 12’41”Ombretta27 vicinissimo al suo P.B. Ma Elena non è sola in questa gara, con l’inconfondibile gonnellino lilla la segue ad ogni giro, con il suo passo sicuramente “migliorabile” con adeguata preparazione specifica Ombretta Spuri, che ha voluto esserci e ha potuto capire che anche distanze “relativamente brevi” sono difficili da correre in pista, ma capaci di scaturire cascate di adrenalina! Bravissima Ombretta a chiudere la sua gara in 14’13″64

Dopo le donne le 3 interminabili batterie degli uomini dei 5000 mt. La specialità più attesa dalla maggioranza dei partecipanti, alcuni saltatori e lanciatori improvvisati, e non solo nella nostra squadra,  ma sicuramente ottimi mezzofondisti . Noi schieriamo Stefano Narsete, Paolo Sai, Giovanni Golvelli e Giuseppe Zagordi , quattro assi insieme per fare incetta di punti! Giuseppe paga leggermente sulle gambe il 1500 mt del giorno precedente ma sfodera comunque una prestazione eccezionale con 18’18″72 sempre con punteggio incredibile, oltre 700 punti!!! Metronomo Stefano Narsete, che si è posizionato seguendo un adeguatoStefanino treno e ha tenuto con precisione un’andatura comunque impegnativa chiudendo la sua prestazione con un ottimo 21’03″71 . Paolo Sai partecipa a questa gara per puro spirito di squadra, ha un fastidio all’adduttore che gli pregiudica la prestazione ma non certo la volontà di esserci e lasciare il segno indelebile a questa competizione, cimentandosi in distanze veloci e lunghe con la medesimo impegno e spirito di sacrificio. Chiude in 23’01″08 , poco dopo di lui l’immarcescibile Giovanni Golvelli che passa da una distanza breve ad un lunghissimo con la disinvoltura che solo a lui appartiene! Ad ogni passaggio gli spalti Orange esaltano i propri beniamini fornendo quelle energie invisibili che spingono oltre lo sforzo e permettono di raggiungere risultati apparentemente impossibili!!!

E poi per concludere una kermesse di 2 giorni esaltante, coinvolgente e sicuramente appagante finale pirotecnico con la 4×400. Addirittura schieriamo 3 squadre! Le Ladies con Paola Milazzo, Ombretta Spuri, Giulia Crescenzi e Elena Monsellato, che si sono battute al meglio delle possibilità ed hanno concluso i 4 giri della morte in 6’18″15 che sono valsi quasi 300 punti e l’entrata in classifica generale!!!

Poi e’ toccato a noi uomini, con la staffetta Top addirittura in prima serie, costretta a correre contro veri e propri razzi ha schierato dopo una prima frazione in difficoltà un Fabio de Gregorio, Stefano Narsete e Antonio de Caro esaltanti che hanno recuperato e chiuso in 5’00″30 , ma i meno “favoriti” della seconda squadra, che hanno corso in terza serie, si sono esaltati e con Paolo Sai, Domenico Bovi , Giuseppe Zagordi e Massimiliano Rodolico si sono ritrovai a compiere una galoppata trionfale sempre in recupero, scalando ben 3 posizioni e chiudendo in 4’55″07 !!!

Dopo le staffette, cala il sipario sul bellissimo impianto di Latina, che ha dimostrato di essere posto ideale per questi Campionati. Bravi gli organizzatori e i giudici che hanno stabilito un atteggiamento  collaborativo con gli atleti e al contempo hanno dimostrato competenza e preparazione. Le gare sono sfilate senza problemi e soprattutto senza ritardi e noi, ed io ho capito che non stavo sognando, ero sveglio e ho potuto apprezzare una meravigliosa realtà sportiva, il mio sport preferito, l’Atletica Leggera, con la mia squadra del cuore, la Podistica Solidarietà !!!