Allenamenti … AllenaMente!

Quando identifico un “periodo” di allenamento non penso solo ad un obiettivo che ovviamente non è per tutti lo stesso. Piuttosto che fornire tabelle asettiche, volte unicamente a produrre un “coefficiente” che dovrebbe condurre l’atleta ad ottenere il massimo della prestazione per “una gara” … noi puntiamo ad una serie di gare … e seppur facciamo tutti lo stesso allenamento possiamo trarre benefici sia se vogliamo ottenere una performance sui 10 km che sulla Maratona!!!
 
Sembra un paradosso, ma è questo che sta accadendo e abbiamo esempi concreti !!!
 
Ovviamente non servono testimonianze, non stiamo “vendendo” un prodotto commerciale, stiamo acquisendo una filosofia, ovvero allenare il corpo e la mente, perchè è solamente da questo connubio e dalla perfetta sinergia tra le componenti che si ottiene la prestazione.
 
E’ chi in questo periodo non sta ottenendo il Personal Best???
Che fa , si deprime?
Sta sbagliando allenamento?
Non si sta applicando??
Niente di tutto questo!!!
Non esistono primi delle classe e … non esistono scarsi …
Chi ottiene risultati non è più bravo, è solo entrato prima nella “dimensione” … uno spazio che è là, oltre quel limite , apparentemente facile, accessibile, ma raggiungibile soltanto quando corpo e mente raggiungono la giusta maturazione, equilibrio e soprattutto consapevolezza!!!
 
La vita di un atleta, cosi come la vita reale si misura in anni.
Ci sono anni (apparentemente) da buttare, dove va tutto storto, dove perdi autostima e fiducia, dove vorresti rinunciare… ma sono proprio questi gli anni più importanti dove si tempra una forza interiore che ti può spingere, al momento giusto oltre “quel limite”!!!
 
Sono tante le componenti che permettono al corpo di spingersi al massimo, e la motivazione più importante è la volontà, che spesso è alimentata da una forte sofferenza.
 
Ed ogni anno è diviso in periodi, il momento del potenziamento muscolare, quello del potenziamento aerobico, quello della velocità di base, quello della capacità di “resistere” nel tempo …
L’equilibrio lo si raggiunge unendo tutte queste forze, che costituiscono la condizione fisica … ma non sono ancor sufficienti per … oltrepassare il limite … serve anche la testa, la mente!!!
 
Una “breve” premessa per spiegare per quale motivo andiamo a Villa Glori a fare
– 2 giri di saliscendi da 1800 mt circa l’uno …
– 4 allunghi di 200 mt di salita, con recupero in discesa
– 2 giri di 1800 mt ciascuno!!!
 
Andiamo a simulare, in allenamento,lo stato fisico e mentale di una gara dove non si tiene un’andatura costante e quindi siamo sempre in affanno.
Per di più l’allungo centrale provoca i dolori muscolari , ai quali dobbiamo “mentalmente” resistere nei giri successivi per capire che correndoci sopra … passano !!!
 
Spesso si molla per “indolenza” mentale, il pensiero negativo oscura la volontà e rende un piccolo dolore una sofferenza irresistibile!
Siamo tutti vittime del nostro istinto di sopravvivenza, piuttosto che “soffrire” meglio rallentare!!!
Ma rallentare non è la soluzione … è solo allungare l’agonia e posticipare l’arrivo!!
 
Oggi tutti abbiamo corso il primo giro con difficoltà, perchè non eravamo adeguatamente scaldati … (scaldarsi bene per una gara significa partire pronti!!!) , abbiamo corso meglio il secondo, perchè temprati dal primo … abbiamo affrontato quasi spavaldi gli allunghi … il primo, il secondo … il terzo meno, il quarto fatto quasi per inerzia e poi abbiamo due possibilità di pensiero :
– Dai che mancano solo 2 giri .. dai che ce la fai!!!
– Nooooooooo ancora 2 giri ..non ce la posso fare!!!
 
Tu quale pensiero hai avuto?
Ecco cosa significa allenare la mente, arrivare sempre e comunque ad avere il pensiero positivo, e a fornire al corpo energia rinnovata, non togliere anche quella poca rimasta!!!
 
A questo serve un allenamento cosi strutturato a dare al corpo la forza e ad allenare la mente ad incitare .. piuttosto che deprimere!
 
E poi …in gara arrivare “predisposti” a pensare sempre in modo propositivo … a correre bene, a non “trascinare” il corpo ma spingere con le braccia, con la mente!!!
 
Benedetta Villa Glori, con le sue difficoltà … che insegnano a tenere quando la sofferenza oscura la mente, a dare luce al buio della rinuncia trasformandola in energia !!!
 
Purtroppo offre anche insidie, con buche (accidenti Stefano, speriamo che non sia grave) , con cani sciolti e con automobiliste centenarie che sfrecciano veloci … senza rendersi conto di essere in un parco e non sulla tangenziale!!!
 
Bisogna essere sempre concentrati, altra componente che fornisce regala secondi preziosi alla prestazione. Se ci distraiamo rischiamo di perdere velocità, tendiamo a rallentare e perdiamo 5″-10″/km che poi è difficile se non impossibile recuperare! Se ci distraiamo, se pensiamo è fatta! Anche se siamo solo a 200 metri dall’arrivo, richiamo di essere sorpassati da chi ci svernicia in volata … o peggio di prendere una storta …
Poi certo l’incidente può sempre accadere, ma una componente di deconcentrazione … è sempre parte della causa!
 
E poi succede come oggi … che verso la fine del penultimo giro qualcuno di “implora” di … finire qui!
Una fortissima tentazione, un allenamento in più !
Tu che stai correndo, e che stai soffrendo pensi …ma si … in fondo abbiamo fatto molto … si puo’ anche chiudere qui …
E anche questo è allenaMente!!!
 
No … si continua, magari a ritmo medio, ma si fa un altro giro!!!
Mentre valuti questa “concessione” ecco che contromano spunta una macchina rossa … a tutta velocità … tu sei in discesa, stai lasciando andare la gamba, la macchina non si pone il problema di incrociare gente, cani … continua come se fosse sulla tangenziale …
Siamo in un parco pubblico!!!
 
Urlo di rallentare ..e quando urlo io, mi sentono anche coloro che stanno correndo allo stadio Nando Martellini … ma l’autista con il navigatore a fianco … non rallentano, anzi aumentano la velocità …
Non ci vedo più … mi giro e inseguo la macchina!!!
Volevo rallentare e faccio uno scatto in salita in accelerazione spaventosa!!!
 
Altro che ..fermiamoci!!!
Il sangue mi ribolle, non tanto per me ma mi sento “capobranco” del gruppo … su ci sono anche dei ragazzi che stanno attraversando, fare una strage è un attimo!!!
 
Raggiungo la macchina e colpisco il vetro con 3 pugni ben serrati la macchina si ferma …
Urlo ancora e mi accorgo che alla guida c”e un’anziana signora e vicino probabilmente sua figlia (o la badante!!!)
Invoco con toni altissimi e linguaggio poco edificante di andare piano … non è la strada per correre!
Pare che siano proprio idiote continuano a dire cose incomprensibili, mi mostrano una specie di mappa… ma almeno proseguono in modo più cauto.
 
Ecco un altro episodio della serie … “ma il matto sono io?? “
Mi ricongiungo con il gruppo che intanto era sceso … e risalito … e si va per l’ultimo giro …
Medio …si medio … na ceppa!
Si va in crescendo …e si arriva sparati ..salvo episodio della storta!!
Dai che siamo più forti anche della sventura!!
 
Defaticamento per tornare al Rosi ..sempre nel traffico …temerari!!
 
Fotoooooooooooo e streaching!!!
Cominciamo a portare una maglia termica da mettere sotto, e possibilmente un cappellino, l’umidità inizia a farsi sentire.
E poi un cambio per lo Streaching …
 
Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeee